Federazione Italiana Medici Pediatri di Roma e Provincia

Servizi sindacali e informazione per medici pediatri...

Lunedì, 14 Aprile 2014 16:07

Nativity - Lettera a Dott. Roberto Lala

Scritto da 
Vota questo articolo
(1 Vota)

A tutti gli iscritti

FIMP Roma e Provincia

LORO SEDI

 

Si inoltra, di seguito, per opportuna conoscenza la lettera inviata in data odierna dal Segretario FIMP Roma e Provincia, Dott.ssa Teresa Rongai,

 

al Presidente dell’Ordine Provinciale di Roma dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri, Dott. Roberto Lala.

 

Cordiali saluti.

 

Carissimo Roberto Lala,

 

in riferimento alla Newsletter di ieri, 8 Aprile 2014, dell'Ordine Provinciale di Roma dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri (http://www.direnews.it/newsletter_odm/anno/2014/aprile/08/?news=03 ) ti inoltro il comunicato stampa della FIMP Roma e Provincia pubblicato sul quotidiano “La Repubblica” il 21 Luglio 2013 in seguito alla sponsorizzazione dell’iniziativa “Nativity” che si è tenuta a Roma nel mese di Settembre ultimo scorso.

I Pediatri di Famiglia, che io rappresento come Segretario FIMP Roma e Provincia, sono perplessi: sentire enfatizzare iniziative che sembrano rivolte a bambini e famiglie che non hanno mai visto un pediatra in vita loro, quando, anche tu sai benissimo ,che TUTTI i bambini italiani, già da anni, hanno a loro disposizione e quotidianamente un pediatra specializzato, professionista, serio e preparato che li accompagna nel loro percorso di crescita, in grado di individuare le loro necessità e impedendo un uso incongruo delle risorse pubbliche.

Tutti noi siamo impegnati nella ottimizzazione delle risorse e siamo convinti che il rischio maggiore di tali iniziative sia quello di incentivare visite specialistiche e accertamenti che non corrispondono ai reali bisogni di salute del bambino, ma servono solo a configurare il fenomeno già ben noto e definito come "Doctor Shopping", ancor più grave in un momento economico come quello che sta attraversando l'Italia oggi.


Tali iniziative non rendono giustizia, inoltre, allo Stato Italiano che, con enorme sforzo economico, assicurando con il SSN  un Pediatra a ogni bambino abbatte ogni discriminazione sociale, garantendo, anche ai meno fortunati, tutela e promozione della salute.

 

Un cordiale saluto.

 

Teresa Rongai

Segretario FIMP Roma e Provincia

 

COMUNICATO STAMPA


Salute, Rongai (Fimp Roma e Provincia): Insostituibile il ruolo del pediatra di famiglia

 

Conosce la storia clinica dell’assistito sin dalla sua nascita, ne segue lo sviluppo psico-fisico dall’infanzia all’adolescenza, ed è in grado di consigliare al meglio la famiglia sui percorsi diagnostico-terapeutici più idonei per la sua salute in tutto il corso dell’età evolutiva. E’ il pediatra di famiglia. “Nell’organizzazione del nostro Servizio sanitario nazionale - afferma Teresa Rongai, Segretario FIMP (Federazione Italiana Medici Pediatri) Roma e Provincia  - il pediatra di famiglia ha un ruolo insostituibile che vanta tra i suoi punti di forza un rapporto medico-paziente-famiglia non esauribile solo nell’assistenza”. Non solo. Il principio dell’appropriatezza delle cure che, insieme a quelli dell’efficacia e dell’efficienza, garantisce un risparmio per il S.S.N., impone un’attenta valutazione sul se, come e quando, inviare il bambino dallo specialista per un consulto approfondito. Tale valutazione, naturalmente, è di competenza del pediatra di famiglia. “Iniziative come Nativity, appuntamento che in settembre vedrà riuniti a Roma specialisti nelle diverse aree per consulenze e visite gratuite ai bambini non devono far perdere di vista il fatto che - prosegue Rongai - il primo punto di riferimento imprescindibile per la salute dei più piccoli è il pediatra di famiglia. Infatti, l'accesso gratuito e a discrezione dei genitori presso gli ambulatori super specialistici - conclude Rongai - non necessariamente equivale ad un’assistenza migliore”.

 

Letto 3817 volte Ultima modifica il Lunedì, 14 Aprile 2014 16:09

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo