Federazione Italiana Medici Pediatri di Roma e Provincia

Servizi sindacali e informazione per medici pediatri...

Lunedì, 12 Maggio 2014 17:54

Salute bambini: a rischio per colpa della crisi economica

Scritto da 
Vota questo articolo
(0 Voti)

Salute bambini: i pediatri denunciano un calo delle visite specialistiche a causa della crisi economica che
colpisce le famiglie
Hanno destato grande preoccupazione i dati diffusi dalla Uil Lazio che evidenziano un notevole peggioramento delle
condizioni economiche delle famiglie. A farne le spese non sono solo i nuclei familiari composti da adulti, ma anche da
bambini e adolescenti. Come ha spiegato Teresa Rongai, segretario della Fimp (Federazione italiana medici pediatri) di
Roma, la crisi colpisce soprattutto le famiglie con bambini obbligate, loro malgrado, a fare scelte non sempre ottimali per
la salute e il benessere dei più piccoli.
Gli effetti della crisi
La crisi fa sentire i suoi effetti soprattutto sul carrello della spesa. I genitori sono talvolta costretti a rinunciare ad alcuni
alimenti necessari per l’apporto dei giusti valori nutrizionali per il corretto sviluppo del bambino. Un ulteriore effetto
negativo della crisi economica riguarda la salute dei bambini con una vistosa diminuzione delle visite specialistiche, in
particolare quelle odontoiatriche, richieste dai pediatri di famiglia. I costi dei ticket per le visite ambulatoriali
rappresentano oggi un vero problema per le famiglie in crisi. Per questo motivo i pronto Soccorso sono spesso intasati
per semplici accertamenti diagnostici.
Tagli alle visite specialistiche
L’allarme è stato lanciato anche da altre due indagini parallele, condotte qualche mese fa su 600 pediatri di famiglia e
mille genitori di tutta Italia, dall’Osservatorio nazionale sulla salute dell'infanzia e dell'adolescenza, secondo cui il 54 per
cento delle famiglie ha tagliato le spese per controlli diagnostici e specialistici a danno della salute dei bambini e il 60
per cento anticipa lo svezzamento per risparmiare sul costo del latte formulato.

Letto 2245 volte Ultima modifica il Lunedì, 09 Giugno 2014 11:16

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo