Federazione Italiana Medici Pediatri di Roma e Provincia

Servizi sindacali e informazione per medici pediatri...

Martedì, 08 Settembre 2015 13:48

LE ASL DI ROMA PASSANO DA 5 A 3 In evidenza

Scritto da 
Vota questo articolo
(0 Voti)

Va avanti l’impegno della Regione per migliorare la nostra sanità senza tagliare i servizi ma aumentandoli, passando da un modello con più spese e meno servizi a uno con più servizi e meno spese. La Regione procede con le Asl di Roma, che saranno ridotte e armonizzate al territorio. Prima attraverso l’integrazione tra la Rm/A e la Rm/E, ora con quella tra Rm/B e Rm/C: in questo modo le Asl di Roma passeranno complessivamente da 5 a 3.
Oltre che alla riduzione delle spese per gli organi aziendali, come direzioni generali, amministrative e sanitarie, l’integrazione delle Asl è utile e funzionale anche per dare piena operatività alle reti ospedaliere dell’emergenza e tempo-dipendenti. Con le risorse recuperate dalla riduzione delle spese e delle duplicazioni la Regione intende potenziare la rete territoriale.
Le nuove Asl, al termine del processo di riduzione, non saranno individuate dalle lettere dell'alfabeto, ma dai numeri 1, 2 e 3. Dalla fusione tra A e C, in particolare, nascerà una realtà con quasi seimila dipendenti, che servirà I,3 milioni di cittadini. Il territorio della nuova Asl - che somma i municipi IV, V, VI, VII, Vili e IX si estende dalla Tiburtina all'Eur: al suo interno rientrano ospedali importanti come Pertini, Tor Vergata, Casilino, Sant'Eugenio, Cto e Campus Biomedico.
Ecco come sarà organizzata la nuova aggregazione: raggrupperà le ASL del nord del Lazio, Viterbo, Rieti e la Asl Rm/F, le Asl di Roma, comprese le aziende ospedaliere e universitarie, e le ASL del Sud del Lazio. Tutto questo non consentirà solo di razionalizzare gli acquisti ma anche di uniformare i prezzi dei beni e servizi, che saranno omogenei tra le aziende. In questo modo si potranno anche determinare il fabbisogno e i consumi effettivi in rapporto ai volumi di produzione delle singole Asl ed aziende.

Letto 2317 volte Ultima modifica il Mercoledì, 16 Settembre 2015 13:30

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo