Federazione Italiana Medici Pediatri di Roma e Provincia

Servizi sindacali e informazione per medici pediatri...

Martedì, 24 Maggio 2016 12:04

Assistenza H16, Chiamenti (Fimp): «Per la pediatria è un falso problema» In evidenza

Scritto da 
Vota questo articolo
(0 Voti)

Il nuovo modello dell'assistenza sanitaria di base, dovrebbe prevedere che quella pediatrica sia garantita 16 ore su 24 per cinque giorni su sette. È questa, infatti, una delle novità previste dal documento integrativo dell'atto d'indirizzo per il rinnovo delle convenzioni con medici e pediatri di famiglia, che potrebbe però essere modificato dopo l'annuncio del ministro Lorenzin durante il Question time alla Camera. La preoccupazione dei sindacati, che hanno da subito polemizzato sul testo, riguarda proprio le ore che vanno dopo la mezzanotte, in cui non essendoci più la guardia medica, ci si dovrebbe recare al pronto soccorso intasando ancora di più il lavoro degli operatori. Ma per Giampietro Chiamenti, presidente Federazione Italiana Medici Pediatri (Fimp), anche se il provvedimento rimanesse così com'è non creerebbe troppe difficoltà nel campo della pediatria. 

«Per noi questo è un falso problema perché, di fatto, i bambini che dopo la mezzanotte accusano una forte necessità, vengono portati al pronto soccorso pediatrico perché è l'unico posto che può dargli una risposta certa e tempestiva». Secondo Chiamenti, inoltre, le chiamate più numerose per l'assistenza pediatrica si hanno dalle 20 alle 22, dopodiché chi ha una necessità molto importante va direttamente in ospedale. Le criticità, probabilmente, le vive chi abita in zone rurali in cui il pronto soccorso pediatrico non è così vicino. «In alcune realtà - aggiunge Chiamenti - dove la situazione logistica è tale per cui raggiungere un pronto soccorso pediatrico è complicato, se il bambino non ha un'urgenza tale da attivare il 118, di solito si aspetta la mattina per chiamare il proprio pediatra. Ma sono dell'idea che se noi pediatri lavoriamo bene nelle ore centrali, cioè dalle 8 alle 20, il problema non si pone».

Articolo di 
Rossella Gemma

apparso su Doctor33 il 20/05/2016 

Letto 2825 volte Ultima modifica il Mercoledì, 08 Giugno 2016 13:26

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo